Onlus GR.IM.M.

Perché... "Ho visto cose che non posso dimenticare"

In un villaggio dentro la foresta
In un villaggio dentro la foresta

Ho visto kilometri di deserto sotto il mio aereo arrivando, potente e misteriosa tomba di troppi esseri umani.

 

Ho visto strade rosse, come se il sangue innocente dei figli d’Africa tornasse in superficie.

 

Ho visto baracche che sono Chiese e Liturgie di rara bellezza.

 

Ho visto persone entrare in Chiesa come se varcassero la porta del Paradiso.

 

Mamma e bambini al lebbrosario
Mamma e bambini al lebbrosario

Ho visto giovani che hanno voglia di riscatto e mi hanno fatto sperare con loro.

 

Ho visto giovani che hanno voglia di Europa e mi hanno fatto preoccupare per loro.

 

Ho visto sorrisi su volti rugosi, segnati dalla vita e dalla fame.

 

Ho visto la malinconia di chi teme di non potercela fare.

 

Ho visto intelligenze vivaci e giovani pieni di talento.

 

Ho visto missionari che si spendono per la salvezza, la salute, l’istruzione e la formazione di questi giovani.

 

Ho visto opere splendide cresciute con le promesse dei ricchi e l’aiuto concreto dei poveri.

 

Ho visto madri con i figli sulla schiena, curve sotto il peso dell’amore.

 

Ho visto vendere e commerciare di tutto.


 

Ho visto gesti di solidarietà di una naturalezza disarmante.

 

Ho visto mezzi di trasporto pieni di tutto ciò che si può trasportare.

 

Ho visto giovani che vogliono cambiare, giovani rassegnati, ma non del tutto.

 

Ho visto sacerdoti, suore, religiosi, volontari che scommettono tutto ogni giorno e ricominciano sempre.

Scuola materna di Ebolowa
Scuola materna di Ebolowa

Ho visto missionari stanchi, ma non arrugginiti.

 

Ho visto pazienza, attesa, accoglienza.

 

Ho visto baraccopoli da 8 mila persone tra fumi e fogne a cielo aperto, e in ogni sentiero bambini sporchi che ti prendono per mano e non ti mollano più.

 

Ho visto che non è una foto patetica per chiederti soldi, speravo fosse solo quella.

 

Tipica casa camerunense
Tipica casa camerunense

Ho visto che è vero.


Ho visto baracche con scritto “Dio vive qui”, ma quando sono passata io non c’era, forse l’ho anche preso in braccio ma non me ne sono resa conto.

 

Ho visto Don Bosco, mi sembrava contento.

 

Ho visto ragazzi che un tempo erano in strada essere oggi la strada per altri ragazzi.

Uno squarcio di baracche
Uno squarcio di baracche

Ho visto i colori dell’eleganza: dal nero della pelle allo splendore dei tessuti.

 

Ho visto gente schifosamente ricca e gente terribilmente povera.

 

Ho visto missionari che dopo 25 anni d’Africa iniziano a capire qualcosina di questo mondo.

 

Ho visto un popolo in cammino, non so verso dove ma sembravano saperlo, e camminavano.

 

Ho visto gente ferma ore in attesa di qualcuno che dal villaggio li portasse in città, fermi ma con il sogno di muoversi.

 

Ho visto cose che non riesco a ricordare.

 

Ho visto cose che non posso dimenticare.

 

(testo riportato dalle volontarie che sono andate nel 2011 in Africa e che hanno partecipato all'Harambeè di Torino, incontro nazionale dei volontari salesiani che operano in missione)